Categorie

aspetta...

LAGGIU’ QUALCUNO CI AMA

Riceviamo e molto volentieri pubblichiamo la mail di un giovane collega di Palermo:

Buonasera,

sono un giovane libero professionista che dal 2 gennaio 2018 ha iniziato la sua lunga (speriamo) carriera per svolgere ciò che ha sempre amato fare ovvero l’Architetto.

Scrivo questo breve messaggio per ringraziarvi pubblicamente Voi come associazione nazionale che difende le libere professioni di noi Architetti e Ingegneri  per avere combattuto al fine di avere questa equità di trattamento verso le migliaia di liberi professionisti,

Mi dispiace leggere molti commenti critici sui social in quanto questa indennità è stata allargata anche ai professionisti (come me) non in regola con gli obblighi contribuitivi, purtroppo vorrei dire a questi colleghi (pochi a mio avviso) che non è certamente uno “spasso” non potere esserlo e versare come giusto che sia le proprie somme annualmente, per tutti coloro come me che si stanno avviando al mondo del lavoro non è sicuramente motivo di orgoglio non essere in regola con i propri doveri.

La nostra professione è risaputo che già prima di questa emergenza nazionale subiva e subisce una crisi che forse con enormi sacrifici ne usciremo a breve, il lavoro che si alterna a periodi non rende facile la vita professionistica permettendo di  essere in regola con l’ultimo anno (riferimento al 2019) a maggior ragione quando il 2020 è stato tribolato da questo evento così catastrofico a livello mondiale, quindi,  chiedo comprensione per tutti coloro che come me non è riuscito nell’ultimo periodo e anno a non esserne in regola, ma anche noi abbiamo diritto a vivere e portare a casa qualcosa quel minimo che purtroppo in questo momento ci è stato tolto.

Ringrazio nuovamente Voi per il vostro operato.

Cordiali saluti arch. Renato L.